mercoledì 10 gennaio 2007

adina chi

Adina, perché, molti mi chiedono? Adina nasce da molte vacanze, trascorse con le mie preferite, Pisola e Rinetta, che mi dicevano di avere un po' il fare imperioso, alla Adolf, quell'Adolf, sì, lui. Avete in mente quando si dice: cosa facciamo? dove mangiamo, qua o là?, dove andiamo? nessuno decideva mai per paura di fare un torto e così... io mi assumevo le mie responsabilità. :-) In verità non so se sia un pregio o un difetto.. invero, mica sono così imperativa, ma assomiglio sicuramente parecchio in questo alla Giuly, la mia mamma, adinesca pure lei!
Veneta, e residente a Milano da quasi mezza vita. Fedele alle tradizioni, fedele alla trasformazione, amo la mia città. Meno di un tempo, ma sempre l'amo.
Il blog, perchè? Per curiosità, credo. Nato per caso, come spesso succede nelle cose che faccio. Mi ci sono affezionata per una serie di motivi.
C'è stato un momento nella mia vita in cui ho cercato di individuare il giorno in cui sono "andata a male", per seguire un lavoro che poco si adattava alla mia esistenza precedente, ma che tuttavia ne era diventata una parte preponderante (come diceva il mio papà, se ci si impegna, si riesce a fare tutto), ma che aveva tolto molto a quello che ero io. In quello stesso momento, mi sono chiesta se sarei ancora stata in grado di scrivere un tema, come a scuola, di leggere libri in continuazione, come un tempo, laddove le mie letture e scritture erano solo volte alla mia professione.
E' arrivato il blog, una spinta, uno stimolo che ha risvegliato spiagge e mari sopiti. Mi ha fatto riscoprire la scrittura a mano libera (si diceva così un tempo, no?), la lettura, l'uso del dizionario, italiano, inglese e francese, dei sinonimi e dei contrari. Sì, tutta una riscoperta. Il blog ha avuto il merito di ricondurmi a quell'esistenza, di farmi riscrivere, di ridarmi quel filo che mi apparteneva, la fantasia, la sensualità del nuovo. E così ho capito che certe passioni dimorano in noi, godendo di una straordinaria autonomia. E mi ha fatto scoprire la fotografia. Fortificato la convinzione che serve studiare in tutto. Ha rispolverato antiche credenze, ne fa nascere di nuove. Aiuta a cercare chiari lidi, sprona la ricerca, crea amicizie e confronti. Mi ha fatto guardare con occhi diversi i colori accesi dei cibi, le foglie, le erbe, gli aromi, le forme della natura, immensamente perfette, assaporare gusti lontani dalla quotidianità. E' un hobby, certo. Ma non hanno sapore le giornate senza il cibo. E' un benessere, la cultura delle civiltà negli anni, nel tempo, dei popoli. E' convivialità, a prescindere che davanti abbiamo una fetta di pane e sopressa o un'ostrica.
Condivido a pieno una frase di Bourdain: il vostro corpo non è un tempio, è un parco dei divertimenti. Godetevi la cosa. Certo è un'avventura, ma lo sapevate già ogni volta che avete ordinato un taco o uno schifoso hot dog...

18 commenti:

simo ha detto...

adina sei...e mi piaci così.
il nick che ti abbiamo dato si addice molto alla tua persona e sicuramente dato in modo molto affettuoso :-)
Cmq, io non mi potevo assumere le mie responsabilità in FRANCIA quando si trattava di scegliere il posto dove mangiare. Faccio fare agli altri che sono + esperti di me (nello specifico a TE).
Ciao Adina imperiosa!

Michelangelo ha detto...

Cara Adina,
leggo molto più di quanto non commenti, di fatto c'è molto da imparare sul tuo blog!

Complimenti davvero!

Michelangelo
http://micheblog.wordpress.com

Cristiano ha detto...

Credo che le proverò le tue ricette, così belle graficamente e sicuramente buone nella loro essenzialità. Prima a casa, poi semmai al mio locale. Ovviamente, se me lo consenti, citando la fonte.

Cristiano

Anonimo ha detto...

Ho letto per la prima volta la tua presentazione, mi piace molto il passaggio su "sarei ancora stata in grado di scrivere un tema, come a scuola, di leggere libri in continuazione..."... Ed é cosi' vero!
Viva il blog allora ;-)
Ciao

alga ha detto...

ciao adina, sono capitata qui per caso, partendo da morganalrossa.
mi piace il tuo blog, e quindi ti avverto che ti linko :-)

e lo faccio per due motivi: il primo è che (se vieni a fare un giro da me lo capirai) ho la passione culinaria nel sangue, anche se la devo espletare principalmente di notte.
il secondo è che mi sono trasferita a milano a settembre, e voglio fare amicizia :-)

adina ha detto...

ciao alga, non hai messo il link al tuo blog.. sei algaspirulina? :-)) ciao ciao

alga ha detto...

sì, proprio così, sono algaspirulina :-)

maia ha detto...

ciao Adina,

che bello il blog, le foto, le ricette, i piccoli racconti su Milano. E' un piacere leggerti, ti mettero nei miei blog preferiti!

Provero' qualche tua ricetta!

Gigi ha detto...

Complimentissimi Adina,io un dilettante allo sbaraglio,tu grande maestra!Quando vuoi dammi un occhio
www.lacucinadigigi.blogspot.com
a presto

itsecblogger@gmail.com ha detto...

ciao adina, il tuo blog è molto bello. Anche io ne ho uno che tratta di informatica. Se vuoi puoi passare a fare un giro. bye.
questo è il link
http://itsecblogger.blogspot.com/

Flavio ha detto...

Ciao Adina,
Complimenti per il blog; ci sono finito per caso, ma ci ho passato un bel po' di tempo a curiosare tra le tue cose interessanti. Sei molto informata vedo.
Ciao
Flavio
http://www.ristorantepesce.com/

Alessia ha detto...

Condivido che il mio corpo sia un parco di divertimento...bau! Attendo una ricetta facile e veloce per neo-mamme e papà. Ciao nonnina...ah,ah,ah!

Kiara ha detto...

Wow! complimenti per il tuo blog, cercavo per caso una ricetta dietetica con pollo e pesche ed eccomi ritrovata sul tuo spazio.
Continuero' un altro po' a cercare altre ricette qui e gustare le belle cose che scrivi!!!
Kiara

Anna Savino ha detto...

i just discovered your blog through the chef is on the table! i collaborate with sovversivi del gusto and am a foodie myself from Napa Valley. I put your link on my blog because I loved your photos and recipes so much! keep up the good work! bellissima...e complimenti!

Lorenzo Mazzoni ha detto...

Adina..
capito sul tuo blog in cerca (sempre!) di spizzichi e trucchetti sul patè de volailles e mi ritrovo a leggere le tue ridcette con un piacere che mi scalda il cuore..
Hai un'ottima penna, davvero felice.
Io non sono solito lasciare commenti... di solito visito brevemente, prendo ciò che mi abbisogna e lascio senza indugio, come i ladri d'agosto.
Oggi no. Brava davvero.
E grazie.

adina ha detto...

grazie lorenzo, e grazie davvero a chi mi ha scritto in questi ultimi mesi di silenzio. davvero, dovrei tornare, per riappropriarmi un attimo di me... lo farò presto, spero. per ora un buon anno di cuore!!

Anonimo ha detto...

Qualcuno conosce la scuola di cucina di milano "des Mets & des Mots" sui navigli?

Gioppa ha detto...

Davvero bello il tuo blog e coinvolgente il tuo modo di scrivere, complimenti :-) è da persone come te che si impara e ci si sente spronati a far meglio.