venerdì 30 gennaio 2009

tornando ad un vecchio amore...



...ossia il cavolo nero. Bello, lungo, filante, nerboruto, ma così fragile, corposo e vellutato, un ricamo, quasi un pizzo, turgido, armonico e cedevole, quasi pigro, ma sveglio e simpatico, principe dell'inverno. Poco calorico, ricco di vitamina C, di ferro, di calcio, di potassio. Ci ho fatto un risotto, che altro? Ero di corsa, qualcuno aveva fame fame, e così non son stata a pensare al perché e al per come. Avevo in casa il mio barattolino di polvere d'arancia (grazie Alex!) e così ho impreziosito il piatto. Il risotto l'ho fatto come appreso negli ultimi mesi, senza grassi, né olio, né burro. Facendo prima cuocere a vapore 2 scalogni e successivamente passandoli al mixer fino ad ottenerne una cremina. Il riso l'ho tostato in una padella antiaderente, sfumato con una goccia di aceto di vino bianco, e pian piano cotto con il brodo dello scalogno al quale avevo aggiunto il cavolo nero tagliato fine e del sale grosso. A metà cottura ho aggiunto la crema di scalogno, a fine cottura ho spolverizzato con la polvere d'arancia, del pepe e mantecato con un po' di parmigiano. Vi assicuro, provate a cuocere questo piatto così. Vedrete che il risotto sa di riso, di riso buono e non solo di condimento. Ah, ecco, il riso, se potete sceglietelo buono. Io l'ho fatto con il riso vialone nano di Grumolo delle Abbadesse, presidio Slow Food. Vi ricordo Identità Golose che parte domenica, grande idea di Paolo Marchi! Buon fine settimana!

23 commenti:

Francesca ha detto...

uh da quanto tempo non uso polvere d'arancia! mi ha fatto riprender voglia e pure il cavolo nero, che lugubre non è affatto sarà nel mio prossimo piatto! viva la rima e buona giornata adina!

f

maricler ha detto...

Non ho mai cucinato il cavolo nero, perché non so... Questa cottura invece mi sembra davvero eccezionale, e rispettosa dell'integrità dei sapori. Proverò certamente. Mi dispiace invece per IG, io ci sarò lun e mart pomeriggio e mercoledì tutto il giorno (perché ho il giorno libero di là...). Hai già studiato il programma? Baciu!

adina ha detto...

maricler...un destino avverso il nostro! peccato che non ci si veda. fosse per me andrei tutti i giorni, ma già poter andare il lunedì mattina sarà un privilegio. prendilo il cavolo nero, ci ho fatto anche un minestrone l'altro giorno, con curcuma e altre verdure. Ottimo il brodo che ne è venuto. ciao!!

comidademama ha detto...

devo dire che nelle retine ho impressa la polvere di arancia di alex, una delle più belle foto degli ultimi anni
il profumo di arancia mi ricorda mia nonna, quando le candiva

questo risotto non può che essere strepitoso, Mi piace l'idea della crema di scalogno

Virginia ha detto...

Davvero particolare la cottura di questo risotto. Sono veramente curiosa. Noi il riso lo prendiamo in una cascina appena fuori Milano. Nessun presidio, ma ugualemente tanta bontà.
Incredibilmente non conoscevo il presidio da te segnalato. Venendo da Mantova, forse, ho sempre vissuto il monopolio del vialone nano di Isola della Scala (VR) e limitrofi.

Gerri ha detto...

Cavolo!! Buono! :-) Fortuna che in questi giorni c'è il sole. Un po' di energia non guasta.

adina ha detto...

Virginia, anche io prendo spesso quello di Isola della Scala, quando vado a Vicenza in effetti, qui non lo trovo spesso. Il riso di Grumolo delle Abbadesse è prestigioso e mi dà l'idea di essere coltivato in pochi quadrotti di risaie, forse perchè Grumolo è davvero un paesino piccino! :-) Poi ho un amico che coltiva il riso a Vercelli.. quindi spesso vivo di rendita! Ultimamente me ne ha portato un sacco di qualità nera, ma non Venere. Buono!
Ciao a tutti!!

Saretta ha detto...

Adorando riso&cavolo nero..ci vado a nozze con sta ricetta!!!
Interessante la preparazione, la proverò!
Un abcione
saretta

VALENTINA "cuoca" PER PASSIONE ha detto...

complimenti...il cavolo nero è veramnete la mia passione.... sett possimatorno in toscana... e finalmente posso armene una scorta... oltre alla ribollita che rimane il mio must di questo ortaggio,,..proverò questo abbianamento...grazie mille..

elisabetta ha detto...

Il riso di Grumolo qui si trova facilmente, anche se a prezzi non esattamente concorrenziali... ma è così buono... è sempre un ottimo investimento ;D!

comidademama ha detto...

Mi incuriosisce molto il riso nero che non è però venere. posterai qualche cosa?

Jelly ha detto...

Sai che non ho mai mangiato il cavolo nero? E poi intriga questa cottura del riso...proverò entrambi!

mike ha detto...

meraviglioso...la pokvere d'arancia è stupenda,io la metto sui gamberoni di mazara crudi che per me è la morte sua!!!bacione

Isabel ha detto...

spettacolo... complimenti!!! buon weekend,Isabel

lenny ha detto...

Voglio provare questo tipo di cottura del riso dove il gusto delle verdure conserva la sua intensità.
Ho scoperto la polvere d'arancia da qualche mese e mi sono ripromessa di prepararne anche io un barattolino.
Ciao

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ho ancora il barattolo di polvere d'arancia dell'anno scorso, profumata e intensa come il primo giorno! Non potrei più farne a meno. Particolare l'abbinamento con il cavolo, proverò di certo.
Un abbraccio
Alex

FrancescaV ha detto...

la crema di scalogno mi sembra una buona idea, ma io non rinuncerei ad un buon olio extravergine per far tostare il risotto prima di cominciare a cuocerlo. Io questo cavolo nero lo voglio proprio provare! Anche noi ieri sera siamo andati di risotto, un vialone nano trovato al super e comprato subito. Io adoro i risotti :-P

@Alex: mi sa che la devi proprio far assaggiare allora la tua povere arancione eheh

il ramaiolo ha detto...

brava adina; io più o meno trascorro così ogni pausa... di corsa, spesso non riesco nemmeno a fotografare, l'aspetto è sempre inguardabile, ma per fortuna chi ha fame apprezza sempre il gusto!!
E poi quanto è buono il cavolo nero!!
ciao

Anonimo ha detto...

Questo mi piace un sacco! magfi

Vanessa ha detto...

io cuocio il riotto in maniera tradizionale e mi piace sentire il sapore del burro e de formaggio ma leggendo il tuo metodo devo dire che in quel modo si assapora davvero il sapore del riso...voglio provare si si molto più genuino e salutare! bella idea!

bucanero ha detto...

Ciao,
interessante cottura, la proverò senz'altro.
Peccato non poter essere ad IG, non sapevo assolutamente di potermi accreditare come blog (ero spaventato dalle cifre).
Peccato, perchè avrei potuto organizzarmi con il lavoro.
Ah, ne approfitto, ho cambiato indirizzo, stavolta in modo definitivo, ora è:
http://www.paladar.it

Lisa ha detto...

che bontà!!!! bravissima sembra una ricetta ottima!!!!

claudia ha detto...

mi hai dato una splendida idea per il risotto, io che cado sempre nei soliti.. e apprendo anche un nuovo metodo di cottura, proverò senz'altro. per non parlare del cavolo nero che aggiungo sempre al minestrone, ha un sapore eccezionale. bella ricetta! e buona settimana!