sabato 29 marzo 2008

crème brûlée al latte di cocco e miele



Chi ha tempo non aspetti tempo. Ho la pizza in forno, sarà pronta tra 10 minutini. La domenica sera pizza, no? Anche voi? Per me è un po' un rito, da quando andavo all'università e con Laura si tornava la domenica sera e non avevamo mai voglia di cucinare. E quindi il rito era un toast, un pezzo di pizza, del caffelatte con la torta della mamma o della nonna. Ma questo non c'entra nulla col post. :-) Parliamo di quello che ho fatto ieri. Latte di cocco, mai preso prima in vita mia. Poi, in onore della festa per la donna, il post in giallo che avrei dovuto fare e che non ho fatto, era prevista nel mio cervellino una ricetta con il cocco e il mango. Passata pure quella. Ma il latte di cocco era rimasto (e pure il mango, devo dire). Poi un giorno con Anna e Stella siamo andate da Kathay, e così ne ho preso un'altra lattina. Serve dire anche che quella gita da Kathay, con annesso pranzo cinese, mi ha stimolato non poco il desiderio di provare a cucinare qualcosa della cucina orientale, araba, dei gusti diversi insomma, complice anche il fatto che Stella mi ha contagiata non poco! Prova certi prodotti mai sentiti, e cucina certe stranezze buonissime! E con tutto questo latte di cocco che avevo in casa, cosa ci potevo fare?

250 ml di panna
150 ml di latte di cocco
2 uova intere
2 tuorli d'uovo
20 g di noce di cocco disidratata (o fresca grattugiata)
1 cucchiaio di miele
50 g di zucchero
zucchero di canna

Sbattete le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Mettete a scaldare la panna, il latte di cocco e il miele in un pentolino, fino al primo cenno di ebollizione. Togliete dal fuoco e versateci il composto spumoso di zucchero e uova. Insaporite col cocco grattugiato. Sistemate in piccoli ramequin e metteteli in una teglia. Versate dell'acqua nella teglia fino a raggiungere circa metà altezza dei ramequin. Mettete in forno caldo a 120° per circa un'ora. Al momento di servire (dopo almeno un paio d'ore), cospargete la superficie della crème brûlée con un cucchiaino di zucchero di canna e bruciatelo al grill o, se l'avete, con la pistola apposita.

.. ah, la pizza è pronta!!

27 commenti:

Giovanna ha detto...

io il latte di cocco lo uso, quando lo trovo per cuocere il basmati... buono!
ma a farci i dolci non cia avevo pendato Ottima idea

Anonimo ha detto...

negli ingredienti ci sono prima 250ml di panna poi 100ml di panna fresca...mi sento un pò confusa!
grazie per la ricetta, molto interessante.
roberta, lettrice silenziosa

Mariluna ha detto...

Ho fatto la pizza anch'io ma a pranzo, perché la sera io non la mangio, o meglio preperirei non mangiarla ho bisogno di un po' di dieta....tanta dieta e forse questo dessert non è troppo calorico no? Mah! sarebbe meglio evitare tutti i dolci ma é impossibile... Buona settimana

Lo ha detto...

mmm buona questa idea...da provare, ma non ho mai visto il latte di cocco in giro...avevo visto una ricetta per farlo in casa...da mettere in lista per sperimetnazioni....noi pizza tutte le domeniche sere per tutta la famiglia...rigorosamente sul divano davanti ad un film possibilmente in inglese...così il weekend sembra durare di più!

adina ha detto...

roberta, è stato un refuso, sistemato! :-)
brava lo, così il we sembra durare di più! hai detto bene.
mariluna, forse un po' calorico, ma alla fine una cocottina non è tanta... :-)
giovanna, ecco, il basmeti. era questa l'idea da fare e da abbinare al mango. magari proverò. ciaoo!!

VANESSA ha detto...

Lo sapevo che si poteva fare quasto bel dolcino senza l'attrezzino introvabile! il grill ma perchè non ci avevo mai pensato ;-) brava adina che prova ingredienti nuovi!prima o poi lo farò anche io. Comunque anche per me e il mio amore la pizza nel fine sett è un rito solo che io vado tutti i venerdì in una piccola pizzeria che fa solo pizza col forno a legna...non ho voglia di cucinare il venerdì e così ci coccoliamo fuori di casa sempre la solita pizzeria sempre alla solita ora....come i più classici dei vecchietti!

Nepitella ha detto...

Anch'io nel weekend ho usato il latte di cocco per la prima volta, sia per cucinare un piatto dolce (pane al cocco ricetta presa da fiordizucca) che uno salato (pollo al curry)- e sono rimasta piacevolmente stupita dal risultato. Proverò anche la tua crema :-). Per me pizza almeno 2 domeniche al mese -(però non la cucino io ma la mia dolce metà) :-DDD. Ciao e buon inizio settimana

marcella candido cianchetti ha detto...

buono buon inizio di settimana

stelladisale ha detto...

ehi non dare la colpa a me se poi ti metti a cucinare stramberie pure tu eh :-))
buona, un po' calorica ma vabbè, una volta ogni tanto...

salsadisapa ha detto...

gnammm... goduriosissima!! x me la domenica prove di canto e niente pizza: cena veloce dai miei :P

Dolcezza ha detto...

ciao adina, un abbraccio!

Alex e Mari ha detto...

Io nel latte di cocco ci farei pure il bagno, figurati!! Bellissima questa crème. Ieri alle 19 sul balcone ti ho pensata :-)) Ciao, Alex

Marika ha detto...

Già, il caramellizzatore ... è una vita che lo cerco, lo desidero, lo voglio!!! Ma non capita mai di trovarlo come voglio io! Ma non demordo.
In compenso con il latte di cocco ci preparo il ciambellone ... buono!
Marika

adina ha detto...

@salsetta di sapa, ciaooo! ma che bravo quel tuo amico!
@alex.. chissà che non ci conosciamo presto. almeno ci faremo una bella risata, noi che ci pensiamo da lontano per la luce della sera (son stata quasi romantica, eh?)
@marika, a me l'hanno regalato, credo sia una pistola abbastanza basica, ma funziona bene bene!
@vanessa, i piccoli riti ci fanno compagnia, no? cambiare sempre è uno stress...
@ciao nepitella, fortunella che hai un ragazzo che cucina per te! io con la pizza faccio esperimenti continui. ma quella di mia mamma resta sempre the best ever!!
@stella, è un po' colpa tua, sì. ma meglio dire: grazie a te!! nessuna colpa..

Nepitella ha detto...

Si sono fortunata! Lui fa solo la pizza ma: LAVA SEMPRE I PIATTI E PULISCE LA CUCINA!!! :-DDD
appena posso lo sposo
Ah quello che cucinano le mamme... :-)
Riciao

elisa ha detto...

che buona la creme brule..anche se il latte di cocco non l'ho mai usato..profumata di sicuro!
Un bacio
P.S:bellissima l'orchidea!

LaGolosastra ha detto...

GRAZIE...Ho nella dispensa una lattina di latte di cocco che non sapevo come usare! Prezioso suggerimento, appena posso copio spudoratamente!

Aiuolik ha detto...

Ecco cosa devo ancora provare: la creme brule! Questa variante sembra molto invitante!
Ciao,
Aiuolik

NADIA ha detto...

Come ha fatto a sfuggirmi questo blog fin'ora non lo so davvero!
Complimenti per l'originalità dell'uso del latte di cocco; deve dare quel retrogusto "caraibico" niente male. Proverò questa ricetta quanto prima, ma sicuramente dopo quella della marmellata del "fumo di Londra" che trovo essere eccezionale.
Ancora complimenti, Nadia.

Monique ha detto...

ciao adi!sono contenta di averti conosciuto ieri anche se non abbiamo potuto chiaccherare per niente..spero ci saranno altre occasioni..intanto mi copio la creme brule per sperimentare la pistola appena entrata in cucina!

Dolcetto ha detto...

Meno male che non hai messo anche la foto della pizza, se no svenivo!!! Già solo con questa creme brulee originale mi hai fatto venire un'acquolina...

CoCò ha detto...

Esotica veramente è bellissimo vedere un classico rivisitato in modo mirabile

Dolcienonsolo ha detto...

IO non riescoa trovare il latte di cocco...peccato!!dev'essere una goduria!

Lilith ha detto...

Anche io non riesco a trovare il latte di cocco, maledetta città di provincia!!!

Kja ha detto...

La pistola apposita! :DD
Non avrei mai pensato di chiamare cosi` il cannello, ma la tua crème brûlée dall'allure esotica mi ha fatto venire voglia di riutilizzarlo (e` una delle cose che sta prendendo polvere in compagnia del sifone che citavo l'altra sera)
un bacio

Kja

campo di fragole ha detto...

Che bella questa versione della creme brulee con il latte di cocco. Io di solito ci faccio i vari tipi di curry...
Buona giornata Adina!

Laura ha detto...

Latte di cocco e miele...sto sbavando! Il cannello l'ho cercato in giro, dovrà assolutamente essere nella mia nuova cucina...ricetta salvata!