giovedì 27 marzo 2008

marmellata dal "fumo di londra"



Ancora una marmellata, ma in fin dei conti è solo la seconda che faccio... Questa ha il sapore del viaggio a Londra che ho fatto con le mie preferite qualche settimana fa. Tre giorni di grandi passeggiate e lunghe chiacchiere. Londra, con il giallo fiorire dei daffodils, dei narcisi, imbevuta di nebbiolina e primavera.
Tappa obbligatoria quasi, il Borough Market, ma davvero di passaggio. Ho comprato il rabarbaro, che a Milano è raro. Erano le 9 di mattina e quei gambi di rabarbaro fiammanti ci hanno accompagnate tutto il giorno nella borsa di Simona... l'indomani li ho rifilati nello sgabuzzino dell'ostello, al buio, ben conservati.... hanno poi sopportato un viaggio in aereo e, quando son tornata, non potevano resistere molto in frigo. Così una notte di qualche giorno dopo, guardandoli nel frigo ancora croccantelli ma meno freschi di due giorni prima, mi sono impietosita... e lì per lì, l'unica cosa che potevo fare (era mezzanotte passata!!) è stata una bella

marmellata di rabarbaro e lime

400 g di rabarbaro (tre bei gambi)
120 g di zucchero
il succo di un lime
la buccia di due lime

Per il procedimento, ho fatto esattamente come per la marmellata di ananas. Tagliate il rabarbaro ben lavato a pezzettini e portatelo a ebollizione con lo zucchero in una pentola, schiumando un po'. Spremeteci il succo e aggiungetevi la buccia di un lime e mezzo (io non l'ho grattugiata, ma tagliata a listarelle sottili, zest, così si sentono in bocca quando si mangia).Volendo potete aggiungere un po' di zucchero, il rabarbaro è asprigno e un po' di zucchero in più ci può stare. Verso la fine di cottura, aggiungeteci la restante parte della buccia del lime, che rimane così più verde e croccante. Terminate la cottura. Versate la marmellata ancora calda nei vasetti puliti e lavati, riempiendoli bene, chiudete e girateli sottosopra tutta la notte. E' davvero ottima, questo esperimento del lime con il rabarbaro mi ha soddisfatta proprio.

22 commenti:

elisa ha detto...

Sono stata a Londra a Natale (ricordi??) ma ci tornerei volentieri anche domani..passo a prenderti??
Porta un po' di marmellata..
;D

simo ha detto...

madonna...me lo sono portato in giro per tutta londra. pure da fortnum&mason è venuto...:-)))
nobile rabby:-)

CoCò ha detto...

Buona di sicuro ma prima ci tocca fare un viaggio a Londra per trovare il rabarbaro. Ah! Ah! Ah!

Sere ha detto...

Ciao bambola!!!
Io adoro il rabarbaro, quando mi capita compro caramelle al rabarbaro e le divoro!!! Chissà che delizia questa marmellatina!!!
Un baciotto!

isabella ha detto...

Hoi cercato "spacciatori di rabarbaro" tra Venezia Padova e Treviso". Risultato:"Magari signora el se cussì bon, ma nissuni eo vol" e io chi sono? nessuno, un giorno stavo per intrufolarmi in un giardino... più passa il tempo più mi viene voglia di torta al rabarbaro ...magari per il bouquet da sposa !

adina ha detto...

@isabella, mi hai fatto ridere!!! ma sai, manco a milano lo vendono facilmente! e se lo trovi, 3 gambi te li fan pagare 13 euro! (così è stato quando ci avevo fatto la salsa per il maiale). così.. quasi quasi meglio prenderlo a londra! :-)
@ciao serena!! tutto bene veroooo? non vedo l'ora di avere notizie più grandicelle!!

NIGHTFAIRY ha detto...

Devo provarlo prima o poi il rabarbaro!

Spilucchina ha detto...

Mammamia! E' vero, a Milano è proprio impossibile! Anch'io vado matta per le caramelle, ma guai scovare qualche radice fresca! Uffa!

Ely ha detto...

mi attira questa marmellata, peccato che a Lecco il rabarbaro praticamente è inesistente....
buona giornata
Ely

Tuki ha detto...

Che invidia Adina.. sia per Londra che per il rabarbaro! ed io che continuo a cercarlo da tutti i fruttivendoli della zona e vengo presa per pazza (per non dire che alcuni non sanno nemmeno cosa sia..vabè). E pensare che lo scorso anno l'ho piantato in giardino ma non da segni di vita :(
Bellissima quella marmellata!

Aiuolik ha detto...

Una degna sepoltura per il rabarbaro, direi!

Mariluna ha detto...

L'ho fatta anche io questa marmellata, zenza le lime, ma com'é che a te il rabarbaro é rimasto rosso quando a me nella cottura e divento verde?
Devo riprovarci e con le lime mi stuzzica molto.:))

adina ha detto...

ciao mariluna, era ben rosso in origine questo rabarbaro... mi è rimasto rosso sì. non ci ho aggiunto mica nulla, a parte il lime. ma anche quando ho fatto la salsa per il maiale era rimasto rosso (e quel rabarbaro preso allora era un po' meno rosso di questo)http://lacucinadiadina.blogspot.com/2007/05/arrosto-di-maiale-con-salsa-di.html
ciao!!

Valentina ha detto...

Bella foto!Anche tu a Londra,con cavoletto?
Tutte la mie food blogger preferite se la spassavano nella città in cui spero presto di trasferirmi, e allora si Borough Market quando voglio e niente limiti alla fantasia e alle sperimentazioni.
baci

lefrancbuveur ha detto...

e brava adina!

dolcienonsolo ha detto...

Sarà difficile reperire il rabarbaro...ciao!

parolediburro ha detto...

Ciao Adina,hai un blog bellissimo!
Se non ti dispiace ti metto subito tra i miei preferiti.
Amo il rabarbaro,mi ricorda la mia infanzia...da bambina mangiavo moltissime carmelle zuccherose al rabarbaro,chissà se esistono ancora!
Buon week end.

marcella candido cianchetti ha detto...

dev'essere eccezionale buona domenica

Mariluna ha detto...

Grazie Adina, si, più ci ritorno qui e più mi convinco di rifare questa marmellata, io trovo molto facilmente il rabarbaro. Oggi ho fatto quella di kiwi che postero'....tempo permettendo.
Sai che ho trovato le formine pom-pom? ma quella per i biscotti petit-beurre, manco l'ombra.
Buona domenica

anna ha detto...

E' tre ore che girovago per il tuo blog in cerca dei biscotti sablè...dove sono? Uffa devo fare i biscotti...un bacione

salsadisapa ha detto...

ma che meraviglia!!!
sai che non ho mai trovato il rabarbaro a negozio?? ufff :-(

comidademama ha detto...

In Olanda si trovava e i fiorai facevano anche composizioni molto artistiche e anche qui in USA si trova, in Italia non ci ho mai fatto caso. Ha un bel colore questa marmellata!
comidademama