lunedì 23 luglio 2007

crackers metà e metà



Ieri faceva caldo, molto. Ma avevo voglia di impastare. Così, quando alle 18 la temperatura s'è fatta più mite e l'arietta più fresca, mi son presa il mio barattolo di farina, la spianatoia, e mi sono messa in quel bugigattolo di balcone che ho a impastare dei crackers. C'era il tramonto, la luce forte pian piano si affievoliva e lasciava spazio solo a un cielo pallidamente azzurro. Il risultato dei miei pasticci è stato molto buono, tanto che mi son detta: perché comprare tutti questi crackers industriali, che ci vuole così poco a farli e ci si guadagna in sapore e in salute?

impasto base

250 g di farina
8 cucchiai di olio extravergine di oliva
acqua per amalgamare

e poi quello che volete... qui ci sono:
semi di lino, semi di sesamo
paprika

Impastate la farina con l'olio e man mano aggiungete un filo d'acqua fino a che sentirete la pasta diventare morbida ed elastica. Lasciatela riposare una mezz'oretta. Dividetela a metà. Tirate la sfoglia col mattarello e metteteci dentro in una metà i semi di lino, il sesamo nero e quello bianco, e nell'altra metà della paprika, secondo il vostro gusto e grado di piccante. Ripiegatela su se stessa e tiratela col mattarello ripiegandola più volte su se stessa. Deve risultare una sfoglia fine. A questo punto tagliatela a triangoli, cerchi, quadrati, come vi piace, e sistemate i crackers così ottenuti in una teglia. Prima di infornare, mettete del sale sopra ai crackers ai semi di lino e sesamo; per quelli alla paprika, invece, spennellateli con un filo d'olio, e spolverizzateci un misto di sale e peperoncino tritato. Il forno dev'essere preriscaldato a 180°, e bastano 10 minuti per la cottura. Ovviamente li potete fare come volete, con le erbette, con i semi di papavero, con la cipolla... sbizzarritevi!

31 commenti:

golosastro ha detto...

hihihi! sei proprio una tosta!!
voglia diimpastare... detto fatto!
e proprio bella l'idea dei crackers... così semplici, in realtà (io c'ho etti si semini vari... ;-)

e pensare che mi ero cimentato solo coi grissini...

beh, cmq, siamo quasi pari...
io ieri, col caldo mattutino ho raccolto 3,6 kg di more (dal bugigattolo del mio giardinetto) e con quello pomeridiano...
prima le ho passate tutte per togliere i semi...
e poi... marmellata!!!
slurp...

istanbul: belle vacanze!! io mi sto finendo una crema bianca di nocciole (turca) che è la fine del mondo!!!

stelladisale ha detto...

Anche io da quando ho scoperto com'è facile farli non li compro quasi più, passo la pasta nella macchina (la nonna papera per intenderci), sottile sottile, e faccio in un attimo.

k ha detto...

Ma che belli! E' un po' che ci penso ma non li ho mai fatti... Dopo aver visto i tuoi, proverò di sicuro :)
buona giornata!

Gourmet ha detto...

Golosastroooooooo.... se ne vuoi un altro barattolo basta che mi mandi una mail!! ;o)

Cara la mia adina.. ci sfizi con questa bonta ed io presa dai test non ho nemmeno fatto colazione!!
P.s.però ho inserito una giunta al post di oggi! pour toi!
baci

k ha detto...

una domanda. Ma, nell'impasto non ci metti sale o è una dimenticanza?
appena so provo :))

adina ha detto...

katia, io non ho messo sale nell'impasto, ma se vuoi mettercene un pizzico va bene. io l'ho messo solo sopra. non erano insipidi. ciao!

golosastro ha detto...

altri barattoli??? hihihih... no grazie!!!
non per scortesia, eh!!! ma, beh, ieri era soltanto il primo raccolto e sono venuti (2,8 kg succo + 1,4 kg zucchero) circa 4 kg di marmellataaaa!

chiara ha detto...

Ottima idea!! Domani sera sulla terrazza del monolocale si faranno i crackers e speriamo che vengano buoni e croccanti come quelli che hai fotografato! :)

adina ha detto...

Ciao Chiara, vedrai che verranno ottimi. Ci vuole davvero poco. E mettici dentro quello che vuoi! :-))
Golosastro, certo che tutte quelle more in un bugigattolo di orto... non so quanto bugigattolo sia! Per la data del tuo invito, vedi tu, magari proponi, poi vediamo... io non ci sono per nulla dal 7 al 22 e il 30 agosto. poi sono in vacanza tutto il mese. Ciao!!

golosastro ha detto...

� proprio un bugigattolo... il davanti fa ridere (e, sostanza, si sono solo rose antiche al cancelletto, un piccolo amareno, un gelso ed un melograno)
ed il dietro... beh... la terrazza � grandicella... ma il giardinetto (orticello) sar�... 11m x 2m circa... e la fila di more... in realt� � un angolo di 1,5x1,5.. ;-)
(di lamponi, ne raccolgo pure di pi�!!)
e allora...
qui mi hanno appena comunicato che non torna il 27 agosto... ma il 3 settembre!!
sono di un'allegria... ;-)
propongo, propongo...
una sera del weekend 3-5 agosto?
una sera del weekend 24-26?
una sera dle weekend 31-2?
non sooooo!!!
va benissimo anche un giorno qualunque della settimana!!! a me basta potere fare la spesa... ;-)

adina ha detto...

grande vacanza dunque! aspettiamo il rientro di elisa, e sentiamo sandra che dice... poi decidiamo. la mia mail è elenabevi@yahoo.com, mi devo decidere a metterla nel blog.
ciao!!

Dolcetto ha detto...

Mamma mia che spettacolo questi crecker, ti sono usciti benissimo! Mi stampo la ricetta, così, quando sarà a casa in vacanza, me li gusto anch'io... con il rosmarino, lo adoro!
Buon pomeriggio

Giovanna ha detto...

:( ci vorrei essere anch'io!!! visto che ad agosto non posso... pensatemi!!!
Questi crackers li faccio alla prima occasione!

golosastro ha detto...

adina, hai posta! ;-)
giovanna...
e ci credo che ad agosto non puoi, ma chissà che un giorno non si venga di nuovo nella tua stupenda isola!!!
se il finocchietto sarà pronto e bevibile... sarà il mio occhiolino, rivolto a sud sud sud.. :-))

Ady ha detto...

Belli e facili da fare questi crackers, ma ancora più bella è la descrizione di questo impasto nato alla luce del crepuscolo, fantastico mi sembrava di vederti!

Ady ha detto...

Belli e facili da fare questi crackers, ma ancora più bella è la descrizione di questo impasto nato alla luce del crepuscolo, fantastico mi sembrava di vederti!

elena ha detto...

Ouuuu Adina!!!Fra due settimane ho una festa in terrazzo e pensavo proprio di farmi anche i crackers, i grissini e il pane...e credo proprio che questa sarà la ricetta dei crackers:"i crackers di Adina"!!!Baci,Elena

k ha detto...

Adina! fatti e assaggiati (ancora tiepidi). Ho aggiunto una puntina di sale nell'impasto. Ottimi anche se mi si sono un po' gonfiati (le pieghe della pasta, forse ne ho fatte troppe e poi non l'ho stesa abbastanza sottile). Grazie ma... che caldo!!
baci

adina ha detto...

katia, ma davvero li hai fatti?? ridoo! grandee! anche alcuni dei miei si sono un po' gonfiati, ma va bene lo stesso!

k ha detto...

sto cercando di farli arrivare all'ora dell'ape, ma il fidanzato ritarda...
:)))

Gourmet ha detto...

golosastroooooooooo..... ;) scusa la confusione ma io dicevo il barattolone di crema turcaaaaaaa....
ma se non lo vuoi no problem!!
per me non problem per i week end a fine mese... noi si torna il 18 agosto dalla turchia, fatemi sapere!!la mia mail è salerno.sandra@gmal.com
baci a tutti vado a brindare!! :)

Francesca ha detto...

ricetta segnata! poi questi crakers fatti con tanta voglia affrontando anche il caldo milanese mi sembrano ancor più buoni. Quando li proverò ti saprò dire. Un'altra cosa che vorrei fare in casa appena le temperature scenderanno un po' è il pane in cassetta integrale for a good breakfast :-) Un bacio grande.

Alex e Mari ha detto...

Sono bellissimi!! Ciao, Alex

cri ha detto...

Bellissimi e buonissimi, garantisco... :-)

CoCo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
CoCo ha detto...

Adina sono sempre Coco, ho eliminato io il commento pensavo che nei crackers ci andasse il lievito e volevo provare col lievito madre che uso anche per i grissini che ho postato di recente nel blog ma vedo che i tuoi sono completamente privi di lievito che dici se provo ad aggiungere il lievito madre?

adina ha detto...

Ciao Coco, secondo me se metti il lievito ti si fonfiano, a mo' di schiacciatine. prova, potrebbero essere cracker un po' più panciuti! Non male! :-)

Stefano ha detto...

Ciao Adina,
molto buoni, penso che uno degli ingradienti da non dimenticare sia l'atmosfera in che hai descritto mentre li impastavi...
E soprattutto apprezzo la nota sul mangiare sano, i cibi industriali sono poveri di sostanze nutritive "vere" e pieni di ingradienti come dire ... "bizzarri", non dimenticarti mai di gurdare l'etichetta c'è da spassarsela.
Hai usato prodotti biologici?
Buon pomeriggio.
Stefano.

CoCo ha detto...

Ma sai perchè pensavo al lievito, anzi a lievito madre? perchè per esempio i crackers Doria tra i migliori una volta in commercio, erano a lenta lievitazione e quindi significa che il lievito comunque c'era e poi penso all'aroma del lievito madre comunque provo e poi ti dico

CoCo ha detto...

Ho fatto i tuoi crackers Adina con l'aggiunta che ti dicevodai pure un'occhiata se ti va http://saleepepequantobasta.blogspot.com/2007/07/biscottini-salati.html
ciao Coco

Calogero ha detto...

Devono essere molto leggeri :-)