lunedì 14 gennaio 2008

paccheri ripieni di zucca e fonduta di gorgonzola



Quest'anno nuovo è ricco di novità, forse aveva ragione l'oroscopo. Così pare almeno. Sono distratta col blog, ve ne sarete resi un po' conto... :-) Mi spiace, ma è un momento di transizione. Capitano i periodi in cui, per un motivo o per un altro, tutto pare intersecarsi o meno alla perfezione. A volte credo che il destino mi voglia bene, a volte penso che però io non ho mai creduto nel destino, convintissima che homo faber fortuna suae. Lo dicevo spesso a un mio grande amore del passato, quegli amori durati anni, ma in verità mai compiuti, che trovano la sola scusa del destino, lui solo. Beh, io ho sempre preferito pensare che ognuno se la costruisce da sè la propria strada. Ma qualcuno un giorno mi disse che forse chiamiamo destino quelle cose che non possiamo evitare. Beh, ecco, questa spiegazione m'è parsa più veritiera. E adesso credo che la Fallaci abbia ragione quando dice che "negare il destino è arroganza, affermare che noi siamo gli unici artefici della nostra esistenza è follia: se neghi il destino, la vita diventa una serie di occasioni perdute, un rimpianto di ciò che non è stato e avrebbe potuto essere, un rimorso di ciò che non si è fatto e avremmo potuto fare, e si spreca il presente rendendolo un’altra occasione perduta". Ecco, man mano, quando me ne verrà data l'occasione, vi spiegherò che sta accadendo, cose positive senz'altro... quasi tutte! Intanto vi presento i paccheri.

180 g di paccheri
300-400 g di polpa di zucca
sale e pepe
olio extravergine
100 g di gorgonzola
3 cucchiai di latte
prezzemolo

Tagliate la zucca a fette sottili e cuocetele in forno qualche minuto. Frullatela con il mixer ad immersione, aggiustatela di sale e pepe, ed emulsionatela con un filo d'olio extravergine. Dovrete ottenere una cremina di zucca abbastanza compatta. Fate sciogliere in un tegame il gorgonzola con il latte, e metteteci un pochino di prezzemolo. Cuocete i paccheri in acqua salata. Riempiteli con la cremina di zucca aiutandovi con un sac-à-poche. Serviteli su un fondo di gorgonzola.

31 commenti:

fiordisale ha detto...

eddai che bello, questo è stato il we dei paccheri! ma da te li hanno lisci?

k ha detto...

Partiamo dalle cose semplici: le foto sono bellissime, e mettono allegria (il cielo qui a genova è color grigio ardesia... e il mio umore pure!). Sul destino, direi che la citazione della Fallaci è parecchio consolatoria, ma è vero che non ha senso considerare la vita una serie di occasioni perdute, sennò sai che depressione! Per il resto, non tenerci troppo sulle spine e, visto che pare che di cose belle si tratti, appena puoi aggiornaci!
baci

simo ha detto...

Non so + se credere nel destino.
Le troppe cose accadute nella mia vita (purtroppo negative) mi hanno reso molto debole e forse troppo sensibile.
La vita ci riserva delle novità buone o brutte e quando vengono quelle belle bisogna saper essere molto felice, perché quelle brutte ti piegano in due e risalire poi è talmente difficile...
Sai, quando mi hai regalato quel libro della fallaci la frase che mi era rimasta + impressa è stata quella che hai scritto e dopo la morte di Pablo la sono andata a rileggere pensando "ma il destino mi ha riservato tutto cio?"...non è giusto.
TVB

salsadisapa ha detto...

ma che bei colori.. e che sapori, immagino :-)
anch'io penso che siamo noi stessi gli artefici del nostro "destino": nessuno e niente sono in grado di cambiarci la vita quanto noi stessi.
cari saluti :-)

Dolcetto ha detto...

Sono d'accordo con quel qualcuno: secondo me ognuno si crea il proprio futuro, ma ci sono degli cose che non possiamo proprio evitare e che spesso ci fanno cambiare i nostri programmi...
I tuoi paccheri sono fenomenali, eleganti, ben presentati e sicuramente deliziosi!! Con il gorgonzola sciolto poi... mmmm....

stelladisale ha detto...

più che al destino credo ad una serie di coincidenze, e a tante libertà e volontà individuali che sbattono l'una contro l'altra, però qualcosina di già scritto ce l'abbiamo nel dna...
bacioni :-)
simo, un bacio grande :-)

golosastro ha detto...

grandi temi...
tante domande...
tante chiaccherate con l'amico più intimo, sul tema.

lui è fatalista, io no.

non sono fatalista
ma non nego il fato...

perchè ci sono tante cose, belle e brutte, che ci capitano senza avere fatto alcunché...

ma il destino...

credo che il più delle volte che ci diciamo "era destino", sia una scusa per pacificare il nostro animo, per calmare la nostra disperazione o la nostra tristezza....

perchè chi crede davvero nel destino? ci si crede finchè ci sorride... ma quando non ci sorride??

molte cose l'uomo può arrivare a capirle, altre forse deve soltanto accettarle...

e la vita non è altro che una delle mille strade possibili che abbiamo scelto.
scegliamo ogni giorno, inconsapevolmente.
tentare di vivere senza rimorsi e rimpianti vuol dire vivere pienamente..
nell'amicizia, nell'amore, in famiglia, sul lavoro, nella gioia, nella tristezza, nel dolore..

non sono nichilista, ma qual'è, in definitiva ultima, il nostro vero destino, se non morire?

forse non possiamo fare molto di più che essere pronti e sereni, ogni giorno.
come dice simo, grande gioia, quando ci sono cose belle.

ma anche grande forza quando arrivano quelle brutte, perchè la forza... non è altro che conoscere la nostra grande debolezza.

troppo, eh?
un giorno a 4occhi eheheh

Dolcezza ha detto...

con questi mi hai proprio conquistato!! non credo sarei mai sazia!stupendi, un abbraccio!

aracoco ha detto...

Ho giusto una grossa zucca che aspetta di essere utilizzata...

http://dolcienonsolo.myblog.it/

franci ha detto...

Ora però mi hai proprio incuriosita... che dire, in bocca al lupo per tutte le belle novità!
baci

Elisa ha detto...

Io credo moltissimo al destino, invece e non ti facevo cosi' pragmatica :)
Sono contenta per le novita' positive e molto, molto curiosa :)
L'anno, a quanto pare, e` iniziato bene per molti, per me in verita' si era gia' concluso bene il precedente e non posso sperare che continui.
Il mio oroscopo diceva che tutta la pesantezza degli ultimi anni fosse dovuta a Saturno...ecco, all'oroscopo non credo :)

Alex e Mari ha detto...

Certo che i paccheri in verticale sono proprio scenografici! Sai che è un tipo di pasta che non ho mai fatto - forse perchè qui non si trovano facilmente - ma mi piace davvero tanto questa presentazione! Io, come Elisa, invece al destino ci credo. Buona giornata, Alex

The Food Traveller ha detto...

Beh! In bocca al lupo per la novita'.
Da parte mia non si scherza (nuovo lavoro, nuova citta', si diventa papa' ... penso basti) e io credo che il destino sia in parte nelle nostre mani e in parte no. In parte no. Io credo al famoso esempio della farfalla (butterfly effect ....).

Per quanto riguarda la ricetta ... ma come li mangio i paccheri? Finger food o pasta-like :-) ??

adina ha detto...

@francesco! mamma mia quante novità! anche tu non scherzi! per quanto mi riguarda tutto a tempo debito. :-) i paccheri li ho messi così per la fotina, ma poi con la forchetta si mangiano normali, come la pasta! :-))
@alex ed elisa: non è che io non ci creda al destino, ma di norma sono più propensa a credere che ci si aiuta da soli nella vita. :-) elisa, quante cose abbiamo da raccontarci allora! pure tu, eh?
@tommy, il mio pensiero è molto vicino al tuo.. maaa de visu, un dì, certo!
@stella, qualcosa di scritto c'è nel dna.. certo.
@katia: appena riesco faccio vado in posta!! :-)))
@simo: sai che tvb tanto tanto, no?

per tutti gli altri un bel buonfiorno!! fiordisale, i paccheri quelli che io chiamo paccheri son lisci. vado a vedere i tuoi.. rigati? chissà, sempre paccheri saranno, immagino, mah...

CoCò ha detto...

Adina quando vedo i paccheri serviti così la mia domanda è sempre la stessa: ma non arrivano freddi in tavola? E lessali e riempili e vedi di sistemarli in piedi e poi servi, non scende troppo la temperatura? Illuminami non ho ancora provato

Anonimo ha detto...

Cara Adina,la frase della Fallaci rispecchia in piano il mio pensiero...leggo ogni tanto gli oroscopi ho due care amiche che li fanno e devo dirti che hanno (almeno a me) azzeccato sempre tutto.
E poi sarà che il mio dice che il 2008 sarà strepitoso,vuoi che un pò non ci sia da crederci, per sorridere di più al mattino e pensare sempre positivo??

Paccheri stra deliziosi!
brava!
buona giornata
Sandra (untoccodizenzero)

simo ha detto...

golosastro...meno male che qualcuno è d'accordo con me ogni tanto :-) difficilmente trovo qualcuno che lo sia!

Stella un caro saluto a te!
baci...se vieni a roma fammelo sapere!
ciao

The Food Traveller ha detto...

PEnsavo e se invece li infornassimo con la fonduta sopra e sotto a mo di cannelloncini???
Noi facciamo spesso cosi ma in versione napoletana.

Aiuolik ha detto...

Premessa: questi paccheri sono bellissimi.

Per quanto riguarda gli aspetti filosofici sono pienamente convinta che homo faber fortuna suae (è stata una delle frasi che mi ha accompagnato nei diari per anni). Però mi rendo conto di credere anche nella Provvidenza ma le due cose non sono in antitesi, perché anche la Provvidenza (o il Destino) bisogna saperli asseccondare e bisogna saper riconoscere quando arrivano, cosa che non tutti sanno fare!

Speriamo dunque in questo 2008!

Ciao,
Aiuolik

adina ha detto...

@francesco, dopo averli messi in piedi, ho pensato che stesi, e gratinati.. non sarebbero stati malaccio! :-))) quando nasce il pupo? si sa già se maschio o femmina?
@aiuolik, apprezzo proprio quello che hai scritto. :)

The Food Traveller ha detto...

Il pupo o la pupa e' prevista per fine giugno. Ed e' il nostro primo quindo tantissima emozione e felicita con nonne impazzite.
Non sappiamo ancora se sia pupo o pupa. Ma di sicuro si prende tutte le enegie della mamma che mi crolla stanca a casa come un sacco di patate ogni sera!

adina ha detto...

@cocò, mi ero scordata di risponderti. invero, questi li ho fatti per la foto, poi ne ho riempiti altri, un piatto pieno. tutti in piedi, e col sac-à-poche via veloce. sopra la cremina calda, li mantiene caldi. solo che diventa un lavoraccio se hai ospiti, è vero! :-) magari mettili stesi e poi sopra la fonduta di formaggio, come ha suggerito francesco. bacius

Anonimo ha detto...

Non so se mi piacciono qs paccheri! Però le novità sì!!magfi

elisa ha detto...

Spero che le novità sia positive..o se negative che portino come conseguenza qualcosa di positivo..non so se è tutta colpa del destino ciò che accade nelle nostre vite..ma so che se una cosa la si vuole con tutte le forze, impegnandosi, la si può ottenere!!
Un bacio Adina..buoni i paccheri! :)

Moscerino ha detto...

mah...a vedere i tuoi e a sentire la tua spiegazione sembra facilissimo! mi sa che sono un poco impedita io! ;-P
per il resto..spero che tutto vada per il meglio e che,superato il disagio del cambiamento, la tua fase di transizione sfoci in uno status migliore del precedente!

elisabetta ha detto...

Per quanto ognuno di noi creda di poter decidere da se in maniera determinante, bisogna sempre considerare che non siamo soli su questa terra... io al destino inteso astrattamente ci credo poco, lo identifico meglio con il resto dell'umanità. E' come quando si pensa di essere certamente al sicuro dagli incidenti stradali solo perché si guida bene: ma per strada ci sono tanti altri che non lo fanno e che ti possono venire addosso e causarti dei guai.
Passando alla ricetta... zucca e gorgonzola... mmmmmmm!!!!

enza ha detto...

il destino...giàààle coincidenze---però.
vabbè dico solo che alla fine è di tutto un pò e di niente.
noi ci mettiamo la fatica del costruire il rsto chissà che è e come si chiama.
intanto la mia confezione di paccheri aspettava buona buona nella dispensa soltanto uno spunto.
ora non ho più scuse...

Pip ha detto...

Ooohoooh mi ero persa questi paccheri, che bell'idea! Io adoro zucca e gorgonzola assieme, proverò a farli senz'altro! :PP

campo di fragole ha detto...

Che scenografici!

Anonimo ha detto...

Ciao, bellissima questa ricetta...però io volevo anche quella con scampi, arance e bacon ma mi si apre solo questa! Come mai?

adina ha detto...

ciao Anonimo! ho sistemato il problema. a volte alcuni link mi si sovrappongono. adesso le trovi tutte e due però le ricette. ciao!