domenica 18 gennaio 2009

dopo i croissant, le brioche



Le brioche che vedete qui sono diverse da quelle fatte l'altra volta, che erano dei croissant al burro, tipo quelli francesi per intenderci. Queste sono, come dire, più briosciose, la pasta dentro è meno sfogliata, ma altrettanto saporite. Non sono troppo dolci, e vanno benissimo per colazione. La ricetta è sempre presa da un libro di Christophe Felder ma, siccome l'avevo fatta altre volte, senza mai ottenere il risultato della foto, vi metto anche la mia modifica, che è stata una piccola aggiunta di farina. Le altre volte non era mai lievitata bene come questa volta. Non so se sia stato merito di questa farina in più, ma di fatto io mi son trovata meglio così. Ah, piccola annotazione... mi è scappato il secondo compleanno di Adina!!!! Facciamo che lo festeggiamo con queste brioche, ben riuscite? :-) 

250 g di farina (più altri 30 circa)
30 g di zucchero
1 cucchiaino di sale
10 g di lievito fresco
3 uova 
2 cucchiai di latte
165 g di burro a temperatura ambiente
granelli di zucchero, se volete

Mettete la farina, lo zucchero, il sale e il lievito nell'impastatrice (o in una ciotola, se fate a mano), avendo cura che il lievito non tocchi né il sale né lo zucchero. Aggiungere le uova e il latte. Impastate 2-3 minuti. Incorporate il burro morbido e impastate di nuovo per altri 5-10 minuti, fino ad ottenere un impasto elastico che si stacchi dalle pareti della ciotola. Lasciate riposare circa un'ora in luogo senza correnti d'aria coperto da un panno umido. Quando è raddoppiata di volume, lavoratela e formate un biscione che metterete in frigo per due ore. Si indurirà. Procedete poi a fare le brioche, appiattendo un po' la pasta, facendo i triangoli e arrotolandoli, come qui. Oppure fateci dei quadratini, o delle brioche col tuppo sopra, tipo quelle siciliane. Dopo che avrete dato la forma desiderata, lasciate lievitare ancora due ore, poi spennellateli di un mix di uova e un goccetto d'acqua (volendo dei granelli di zucchero), e infornate a forno preriscaldato a 180° per circa 10-15 minuti, a seconda della grandezza che avrete dato alle brioche.

27 commenti:

bucanero ha detto...

Innanzitutto buon "blogeanno".
Ma non è che la farina in più era soltanto necessaria???
Nel senso che, per ogni farina usata, va verificato quanti liquidi assorbe.
Hai usato la stessa farina anche le altre volte?
Non è che quella da te usata necessitasse di un piccolo incremento?
Sono curioso...
Saluti

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Ottima ricetta per festeggiare. Auguroni. 2 anni - siamo della stessa "blog-generazione" :-)
Credo proprio che la prossima volta che andrò in Francia dovrò comprarmi un libro di Felder. Sembrerebbe essere proprio un must in ogni scaffale di libri di cucina che si rispetti :-)
Buona settimana
Alex

Virginia ha detto...

Adina, ti sono venute da paura!
Ad ogni modo, bloggeanno o no, sono contenta di poterti leggere con più frequenza...

Saretta ha detto...

Che spettacolo!!!!
Buon compleanno cara Adina!
bacioni

Gerri ha detto...

Amo le brioche a colazione! Ne mangio anche 3 o 4. Ecco perchè sono sovrappeso. Non riesco a dire di no al cibo. Auguri!!

Carolina ha detto...

Sì, innanzitutto buon compleanno!
Anche io adoro mangiare brioche a colazione... Ti sono venute molto bene e scommetto anche buonissime.
Buona giornata!

Valentina ha detto...

Buon Blog comleanno!
E' il mio sogno segreto fare i croissant in casa, ma sono sempre spaventata dai lunghi tempi di preparazione...Oggi guardando le tue foto e la brevità del racconto di come farli mi sembra tutto più semplice ed alla mia portata!
grazie

adina ha detto...

@bucanero, forse sì, la farina era solo necessaria.. cambio marca di farina spesso, prendo quella che offre il supermercato di turno.:-)
@alex, sai che hanno i libri di Felder? sono pre-ci-si! raramente non è riuscita una ricetta a seguire lui. Un po' che fa le foto passo passo.. ma è bravo. Ne ho presi 3 di Leçon, l'ultimo in francia quel we di due settimane fa, sui dolci di natale, trovato a 10 euro in una bancarella.:-)
@valentina, non è difficile, solo serve avere pazienza. ma mentre lievitano fai altro. l'importante è non pensare che hai le brioche che stanno lievitando, sennò il tempo non ti passa più! :-))
@gerri... mi è parso di sentire che da oggi sei un po' a dieta però.:-)
baci a tutti!!

anna ha detto...

Tesoruccio allora mi è scappato anche il mio 2° blog compleanno...abbiamo iniziato nello stesso periodo ricordi? Chi l'avrebbe detto che avrei avuto tanta costanza. Comunque auguri e molot briosciosi questi brioche :D. Ci sei lunedì prossimo per un pranzettino insieme? Baci

Anonimo ha detto...

Buone! Non capisco perchè le fai sempre solo per gerri...festeggiamo! magfi

CoCò ha detto...

Meravigliose anche queste, tu sei prorpio come me però ci dimentichiamos empre i compleanni, mannaggia! Tanti auguri eh?

Jelly ha detto...

Che spettacolo! Ottime per la colazione!
Tantissimi auguri al blog!
Sul mio blog ho lanciato una nuova iniziativa. Se ti va, vieni a dare un'occhiata!

Jelly ha detto...

Grazie mille! Sei stata velocissima!

comidademama ha detto...

auguroni! E 100 di altri blogcompleanni ricchi delle tue splendide ricette!

Ho chiesto a mia figlia Marta (8 anni) di cucinare da sola questa ricetta dopo averla letta realizzata in piccole 12 porzioni da Elga-semidipapavero, che a sua volta l'aveva letta dal Cavoletto di Bruxelles.

Marta ha aggiunto anche lei un po' di farina, aveva usato farina 0 e non manitoba. L'impasto era molto umido e in ogni caso l'ha fatto lievitare dentro delle forme da mini muffins. L'unica cosa è che sono sparite tutte le prove. Spazzolate. Buonissime!

Moscerino ha detto...

auguri per il secondo compleanno! per adoro cucinare lievitati quindi questo weekend mi dedicherò a queste brioche!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Auguri, auguri e ancora auguri :-) un brindisi cappuccino e brioche mi sembra perfetto!

Anonimo ha detto...

Cara Adina, ho scoperto i Blog da poco e trovo che specialmente in fatto di cucina sono una fonte incredibile di sapienza popolare.
Mi sto dedicando a fare pane, paste e credo che proverò anche i tuoi croissant. Una sola cosa, tu come lievito usi il lievito di birra? e sennò quale?
Ancora conplimenti

Romano

adina ha detto...

Ciao Romano, grazie mille per i complimenti. Per lievito fresco intendo lievito di birra sì, quello in cubetti del supermercato. Fammi sapere se vengono! ciao e grazie ancora

Ciboulette ha detto...

Io mi sono trovata cosi bene con la tua attuazione dei croissants felderiani, vuoi che non provi anche queste brioche??? :))

Auguroni per il blogcompleanno!!! :))

Mary ha detto...

Sono una meraviglia queste brioche , buona giornata!

Pamy ha detto...

beh non inizio mai una giornata senza brioche...questa sarebbe perfetta!!

elisabetta ha detto...

Proprio come piacciono a me!
potessi, te ne ruberei una ;)

cinnamon e ... ha detto...

che delizia! Ne mangerei cento...

elisa ha detto...

ehi...ma qui non c'è storia..nè per le foto nè per le brioche..perfette!

Anonimo ha detto...

ciao, innanzitutto complimenti per il blog e poi.. 2 domande
cosa intendi per "avendo cura che il lievito non tocchi né il sale né lo zucchero"..se s'impasta tutto assieme..non capisco..
e poi, volendo surgelarle..bisogna farlo prima della messa in forno o prima dell'ultima lievitazione?
grazie!!! laura

adina ha detto...

Laura, ciao. Puoi congelare i croissant una volta fatti, oppure una volta arrotolati, prima dell'infornata. Io non ho mai provato però a congelarli prima di metterli in forno, anche se l'ho letto spesso che si può fare. Il fatto che il sale non debba venire in contatto diretto con il lievito invece è perchè il sale tende a smorzare l'effetto lievitante del lievito fresco. Io ho posizionato nella mia impastatrice la farina, e poi in un angoletto il sale e lo zucchero, e in un altro il lievito. Ciao!

Yummy, oggi mangiamo Europeo ! ha detto...

Buongiorno, io sono francese, sono a Milano per studiare un po' e anche se trovo che la cucina italiana sia la migliore che conosca (e probabilmente la migliore del mondo), devo dire che le cosidette brioche non mi piaciono tanto e che preferisco molto di più i nostri croissant francese al burro, meno pesanti per la colazione :) Grazie e buona fortuna per questo blog, è bellissimo!

Spero di lanciare un dibattito!!