mercoledì 14 febbraio 2007

ma tarte aux pommes



E' banalmente che vi presento la mia torta di mele. Tutti abbiamo dentro al nostro quaderno delle ricette almeno un qualche intruglio che assomigli a una torta di mele, chi della nonna, chi dell'amica. Per me è stata per molto tempo una piccola sfida, perché non riuscivo a farne una davvero buona, una davvero "sempre quella", una che competesse con le torte delle mamme dei miei amichetti. Alla fine ci sono riuscita. E adesso? Tutti mi chiedono: mi fai la torta di mele? Per cui, a volte, nonostante le ottime intenzioni di provare esperimenti culinari nuovi, mi ritrovo con la solita-torta-di-mele in forno. Così è successo domenica! La pubblico però volentieri, così Lisa potrà conservarsela per sempre, senza chiedermela tutte le volte! :-)

150 g di zucchero
2 uova
80 g di burro
200 g di farina
4 mele renette
mezza bustina di lievito
mezzo bicchiere di latte
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 limone
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
pinoli

Fate fondere il burro e sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di latte. Con una frusta sbattete bene lo zucchero con le uova e aggiungeteci la farina pian piano in modo che non si formino grumi. Poi versateci 3/4 del burro fuso, il lievito sciolto, la vanillina e spremeteci il succo di un limone. Un pizzico di sale per completare. Il composto deve risultare abbastanza denso. Versatelo in uno stampo. Tagliate finemente le mele e infilatele bene a raggera dentro al composto. Spolverizzate con un cucchiaio di zucchero di canna, dei pinoli (e delle uvette, se vi piacciono) e un filo di burro fuso. Infornate a 160° per circa mezz'ora. Servitela ancora tiepida con una pallina di gelato alla vaniglia...

9 commenti:

Francesca ha detto...

io penso che le proprie ricette, quelle scritte sui fogli o nel quaderno, sono pezzetti di noi, e penso sia proprio bella avere la propria ricetta della torta di mele, io non ce l'ho ancora. Ne metti in forno una anche per me, magari con una bella tazza di tè caldo?

giocondo ha detto...

bellissima e sicuramente buonissima, peccato che non si sente il profumo. ma quei pezzetti bianchi sono i pinoli che citi negli ingredienti, non è aglio giusto?

Anonimo ha detto...

La metterò nel mio quaderno...questa proprio sì.
Magfi

adina ha detto...

Francesca, ti aspetto!

Francesca ha detto...

bene:-)
intanto ti ho citato nuovamente nel mio blog, dovrò pur mantenermi l'appellativo di prima fan, no?
:-))

franci ha detto...

Ciao, sono capitata qui un po' per caso e volevo farti i complimenti per le ricette, gustosissime, le fotografie molto belle e le stoviglie che utilizzi... deliziose!!!
ciao
franci

Sara ha detto...

grazie!
l'ho fatta oggi, solo con 2 mele, tagliate a fettine sottili, senza pinoli e senza pallina di gelato: deliziosa, davvero.
è stato un grande vantaggio poter attingere già al risultato della tua ricerca della "perfetta" torta di mele. brava!
credo che quello che ha sorpreso maggiormente e piacevolmente il mio palato sia stato il limone (peraltro ho usato un limone raccolto dall'albero due ore prima).
eppoi la consistenza: perfetta.
grazie davvero.
proverò altre tue ricette, sperando di ottenere ancora risultati come questo.
sara

Anonimo ha detto...

Ciao,
sono una dilettante in cucina, lo premetto ma oggi ho provato a fare questa ricetta seguendola fedelmente, ma la torta non si è cotta nè è lievitata.
Mi chiedevo se non fossero le uova (andavano dentro senza dividerle albumi e tuorli vero?) o la temperatura..però non so.
:( Ora è lì che non so se continuare a cuocerla o buttarla..

adina ha detto...

ehi, mi spiace che non ti sia venuta, perché questa torta di mele è una di quelle torte che non mi tradiscono mai!! ma chissà come mai non ti è venuta...l'hai fatto a mano l'impasto? perché io lo sbatto a mano questo. prima uova e zucchero, poi la farina setacciata... ecc ecc? e poi in forno a 160 gradi? le mele tagliate a fettine e sistemate bene? boh.. non so cosa dirti... mi spiace... riprovala magari, eh? :-)