martedì 26 giugno 2007

mousse di mango e cioccolato amaro


Esperimento mousse numero due dopo soli due post. Volevo provare, scusatemi. Che ne dite? Leggendo Tuki, ne sono derivati alcuni accorgimenti preziosi e ho preso spunto da lei per provare anch'io una mousse a strati. Ora, siccome sono parecchio critica verso me stessa, col senno del poi direi che 1) preferisco la mousse sana e pura, senza gelatina sopra. Questo è stato un esperimento, e l'assenza di gelatina è solo una mia preferenza. A chi piace, ben venga, dà colore e preserva la frutta da eventuali annerimenti. 2) che il mango è buono, ma fatto in mousse perde un po' di sapore. Sicuramente ci sarà un modo per trasformarlo in mousse facendo rimanere colore e sapore, ma il mio apprendistato è alle prime armi... Il risultato è stato comunque soddisfacente, sicuramente era più bellina dell'altra!

per 6 mousse

per il biscotto
10 biscotti tipo saiwa
1 cucchiaio raso di cacao amaro
30 g di burro

per la mousse di cioccolato
100 ml di panna fresca
50 g di cioccolato amaro (70% almeno)
50 ml di latte caldo
1 foglio di gelatina (2 grammi)
20 g di zucchero

per la mousse di mango
100 ml di panna fresca
130 gdi purea di mango (maturo)
30 ml di latte
1 foglio di gelatina
20 g di zucchero

per la gelée
2 fogli di gelatina
20 g di zucchero
50 ml di acqua
qualche fettina di mango
1 punta di té matcha

Preparate il biscotto tritando col mixer i biscotti, il cacao e mescolandovi il burro fuso. Foderate gli anelli da mousse con la carta forno o con il nastro acetato e fate il fondo con i biscotti, alto circa mezzo centimetro. Schiacciate bene i biscotti e mettete in frigo.
Nel frattempo preparate la mousse di cioccolato montando a neve non fermissima la panna. Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria. Mettete la gelatina nell'acqua fredda, strizzatela e aggiungetela al latte bollito con lo zucchero, fino a scioglimento. Versate a filo il latte caldo nel cioccolato fuso, mescolando bene con la frusta, per evitare grumi. Lasciate raffreddare e poi incorporare alla panna. Versate questa mousse negli stampini e ponete in freezer.
Preparate ora la mousse di mango. Frullate finemente il mango con il latte e lo zucchero fino a farlo diventare una purea. Dovrete ottenere 130 g di purea. Fatela sobbollire un minuto e aggiungetevi il foglio di gelatina strizzata e precedentemente ammollata in acqua fredda. Fate raffreddare e, nel frattempo, semi-montate la panna. Incorporatela alla purea di mango. Versatela sopra la mousse di cioccolato che, nel frattempo, si è rappresa. Rimettete in freezer.
Per la gelatina: mettete l'acqua, lo zucchero, il mango tagliato a fettine e la punta di matcha a bollire. Strizzatevi la gelatina, precedentemente ammollata in acqua fredda. Estraete le fettine di mango con delicatezza, vi serviranno per la guarnitura. Fate un po' raffreddare.
Finite di comporre il dessert, sistemando le fettine di mango sopra la mousse e coprendo con la gelée. Riponete in freezer. Togliere circa un'ora prima di servire.

21 commenti:

franci ha detto...

Hai ragione è proprio bella!!!
baci

Francesca ha detto...

In effeti esteticamente questa nuova mousse ha un appeal non indifferente, i colori sono belli nitidi e deliziosi da guardare. Sul gusto mi fido delle tue osservazioni, che mi sembrano ben fatte. Ma alla fine io oltre aguradrala la mangerei :-P

max - la piccola casa ha detto...

che bella che questa mousse! bravissima. mi veniva voglia di mordere lo schermo

chiara ha detto...

Questa mousse è straordinaria!!! La voglio fare al più presto!
Sono capitata per caso nel tuo blog (nn so perchè ma fino ad ora mi era sfuggito!) e voglio farti sinceri complimenti! Ho visto che ci sono un mucchio di ricette interessanti e ti assicuro che diventerò assidua frequentatrice!!! :)

Dolcetto ha detto...

Cosa ne dico??!! Già l'altra mi era piaciuta, questa poi è superaltiva!!!

anna ha detto...

Mi associo a dolcetto...questa esteticamente è molto bella ma meritano di esser mangiate tutte e due! Quando le posso assaggiare?Baci

Elisa ha detto...

Non e` che te ne e` avanzata un po' per stasera? Dopo la pasta il dolce ci sta bene!!! Cosi', eh...giusto per confermare o smentire quanto sostieni :)
E' bellissima davvero...

elena ha detto...

Ehi Adina, ieri ho provato la tua mousse al cioccolato bianco...E' buonissima ma dall'aspetto pessimo, proprio non sono riuscita a darci quella bella forma della tua...e il colore poi era giallognolo...ma perchè?!?forse il colore dipende dalle uova...ma la consistenza da che dipende?!?ho seguito passo, passo la tua ricetta e lasciato il tutto in grigorifero per 3 ore...forse per una consistenza più soda dovevo mettere in freezer?!?...e poi lo stampino...puoi darmi un consiglio su che stampino usare...Tanti baci, Elena

adina ha detto...

Ciao Elena! Il colore dipenderà dalle uova.. lì in "campagna" le uova sono vere vere!! Comunque, hai usato il cerchio per farla? Io credo che quella mousse di cioccolato bianco, non avendola messa io in freezer (era il primo esperimento) non possa staccarsi bene se non usi il cerchio, ma uno stampino normale. Appunto, rimane morbida. La mia stava ben in piedi, ma ho usato il cerchio e messo la carta forno attorno. Comunque, se leggi gli accorgimenti della mousse di cioccolato amaro qui sopra, vedrai che viene più semplice: 1) la panna non montarla troppo, altrimenti ci incorpori troppa aria e un po' si smonta quando ci vai a mettere il cioccolato fuso; 2) poi mettila in freezer un po', così prende solidità. Toglila dal freezer mezz'oretta prima di servirla. Sarà tutto più semplice! vedi anche il risultato delle mie, questa è decisamente più solida!Fammi sapere! Ciao!

Gaia ha detto...

beh che dire...splendida...come dicevo anche da elisa io non sono una grande amante delle mousse o dolci al cucchiaio in generale però li adoro da rimirare perchè li trovo tremendamente sexy!

beh già che sei in periodo mousse se sabato in giornata non hai nulla da fare vieni al cucchiaio di legno che fanno dimostrazione proprio di mousse con fabio un cuoco della Cucina Italiana, sul mio blog ci sono un po' di info...

elena ha detto...

Ma spiegami meglio la questione del cerchio...cioè dovrei usare un cerchio di acciaio monoporzione...ma poi sto cerchio ha il fondo?!?...ed è apribile o bisogna estrarre da esso la mousse?!?...mah che fadiga!!!

adina ha detto...

cerchio di acciaio monoporzione, esatto. non hanno il fondo questi anelli. servono per le mousse, perché le estrai con facilità estrema. li devi foderare però, di norma con il foglio di acetato (un nastro di plastichina trasparente), solo che io, non avendolo, ho usato la carta forno (va bene lo stesso). ora, esempio: il tuo anello è alto 4 cm e ha un diametro di 5. ritaglia con la carta forno delle strisce alte circa 6-7 cm e lunghe un po' più della circonferenza dell'anello. mettici dentro questo nastro creato (come nella foto della mousse i cioccolato bianco, la vedi?). io non l'ho legato con nulla, perchè sta dritto di suo. se ci metti la base di pan di spagna, per esempio, tagliata col cerchio stesso, metticela dentro al cerchio già foderato. la base di pan di spagna, di suo, terrà ferma la carta forno. poi ci versi la mousse e via in freezer per un po'. ho risposto? mi hai capita? :-) fammi sapere, mi preme essere chiara! vieni a cena sabato?

adina ha detto...

ah, dimenticavo: appoggia i cerchi su una base liscia, magari con della carta forno sotto. poi, quando la mousse è solidificata, e la devi estrarre dal cerchio, sarà facilissimo, perchè il cerchio non tocca la mousse, ma la carta forno, per cui si sfila che è una meraviglia. ti resta la tua mousse, avvolta dalla carta forno che, con delicatezza, toglierai. et voilà. ciao!

elena ha detto...

perfetta la tua spiegazione...ora ripotrei farle quasi simili alle tue...tutto mi è ben chiaro perciò riprovo al più presto la ricetta!comunque sia, anche se l'aspetto non era dei migliori il risultato è stato apprezzato sia da Claudio "il delicatino" che da tutta la mia famiglia...Baci

Pip ha detto...

Alla faccia dell'apprendistato, anche questa mousse è bellissima!
Questo sabato voglio fare quella di cioccolato bianco e lamponi (connubio perfetto!), poi ti farò sapere! :)

adina ha detto...

Grazie Pip! Quella era buonissima. Magari mettila un po' in freezer dopo, e la panna non montarla troppo. Se leggi sopra, ci sono degli accorgimenti, scoperti dopo. Ciao!!!

apprendistacuoca ha detto...

bella bella bella!
l'aspetto è perfetto e nonostante la tua autocritica io l'asseggerei proprio!

com'è andata l'altra sera?

baci

Tuki ha detto...

Ma che bella che è! Sono contentissima che i miei consogli ti siano serviti :)
Comunque io avrei ridotto drasticamente la gelatina nella gelée? per essere buona la gelatina non si deve quasi sentire, quando è gommosa è immangiabile..

Tuki ha detto...

Dimenticavo: che te ne pare di quella mousse al cioccolato? si presta benissimo per questo tipo di desserts, è una delle più buone che io abbia mai fatto!

adina ha detto...

la mousse al cioccolato è super! la gelatina ho capito come intendi tu, dovrei provare. forse però la gelée di ciliegie viene meglio che col mango. mica dò forfait con le mousse! vorrei farne altre, fino al mio risultato ottimale! tu dammi pure consigli, i tuoi dolci sono superlativi! (ma sei veneta pure tu per caso?) ciao!!

Tuki ha detto...

No vivo in friuli ma ho vissuto a Venezia fino a poco tempo fa :) tu sei veneta??